Venerdì, 04 Settembre 2020 12:52

MATEMATICA ARABA

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

MATEMATICA ARABA
In tempi lontani la civiltà araba espresse grandi matematici che ci lasciarono importanti conoscenze. Una per tutte i numeri che ancor oggi usiamo e che si chiamano appunto “numeri arabi”. Questi studiosi erano molto considerati e non c'era nobile o regnante che non ne avesse almeno uno a disposizione. Come nel caso seguente: Un Sceicco lasciò in eredità ai suoi 3 figli tutti i suoi averi. Secondo le sue volontà, il patrimonio doveva andare per metà al primogenito, 1/3 al secondo, 1/9 all'ultimo figlio. Dopo aver diviso i beni in denaro e immobili si trovarono davanti al problema di dividere 17 cammelli. Si rivolsero così al matematico di corte che rapidamente risolse il problema. Come fece?
Il matematico aggiunse il suo cammello ai 17 facendo un gruppo di 18 cammelli. A questo punto eseguì la suddivisione > 18:2= 9 al primo figlio, 18:3= 6 al secondo figlio, 18:9= 2 al terzo figlio.
Totale 17 cammelli. E si riprese il 18° diciottesimo cammello che era suo.

Letto 105 volte Ultima modifica il Lunedì, 14 Settembre 2020 07:58

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.