Visualizza articoli per tag: la bufala del CO2

Venerdì, 04 Settembre 2020 12:31

IL MONDO BRUCIA!

I ghiacciai fondono, le nevi perenni sono sempre più in alto, le Alpi diventano meta di migrazioni e vengono coltivate fino a 3.000 metri di quota. quei passi alpini che restavano chiusi tutto l'inverno ora sono sempre transitabili.
Colpa del Global Warming, il riscaldamento globale... colpa nostra, colpa dell'uomo!

Si riscopre l'agricoltura di montagna e vengono elargiti sostanziosi contributi per valorizzare le nuove terre liberate dai ghiacciai. La temperatura media è salita dai 2 ai 5 gradi rispetto ai secoli precedenti!
Nel Mare Mediterraneo la temperatura cresce e si assiste alla migrazione di pesci tropicali e subtropicali.
E' una catastrofe!
I pessimisti prevedono l'innalzamento dei mari che sommergeranno l'Olanda intera, Venezia, Londra, New York, Istambul, Atene, il Cairo....

Tranquilli, non succederà niente! Lo scenario descritto sopra si riferisce ai tre secoli che vanno dall'anno 1.000 al 1.300, l'Alto Medio Evo. Venezia, Atene, Istambul c'erano già e tali sono rimaste!
In quel periodo i Vikinghi navigavano fino alle Americhe dove colonizzarono l'isola di Terranova, il Labrador e il Canada del nord finché furono cacciati dalle popolazioni locali con una strana pelle rossastra.
Terranova fu battezzata Wine-land perché le popolazioni locali coltivavano la vite e facevano il vino.
Strada facendo scoprirono una gigantesca isola verdissima che colonizzarono chiamandola Greenland (Groenlandia - terra verde). Oggi è così:
In quel periodo l'arco alpino, oltre i 1000 metri di quota, aveva più o meno 3-3,5 milioni di abitanti (molti più di adesso) mentre nel nord dell'Inghilterra coltivavano la vite e facevano il vino
Quando sentite qualche teorico del catastrofismo ambientalista che vi spiega come le industrie, le auto, gli aerei, le centrali elettriche ci manderanno arrosto... provate a chiedere quante automobili circolavano fra l'anno 1.000 e il 1.300 D. C.!

Pubblicato in CLIMA E AMBIENTE